Pizza con Pomodorini, Cipolle Rosse Caramellate e Alici

Pizza con Pomodorini, Cipolle Rosse Caramellate e Alici

per l’impasto (ingredienti per 4 pizze al piatto)

300 g di farina semintegrale (tipo 2) Mimosa Pivetti “Passione Pizza”
100 g di farina Mater Pivetti
270 g di acqua tiepida
100 g di lievito madre
10 g di olio Extravergine di oliva
8 g di sale
per la farcitura
400 g di pomodorini tipo Pachino
4 cipolle di tropea
1 cucchiaio di zucchero di canna in cristalli
1 cucchiaio di aceto balsamico
40 g di filetti alici sott’olio
Olio extravergine d’oliva

La sera prima

Sciogliere il lievito madre nell’acqua tiepida e mescolare le farine.
Aggiungere il composto di lievito ed acqua alle farine, impastando a mano o con l’impastatrice.
Aggiungere sale e olio e continuare ad impastare ben bene fino ad ottenere un composto liscio ed elastico (aggiungere poca farina se occorre).
Ottenere una palla e lasciarla riposare sul piano di lavoro per 10 minuti.
Nel frattempo ungere con l’olio d’oliva una ciotola (o la stessa ciotola dell’impastatrice) e disporvi la palla di impasto.
A questo punto prendere un lembo esterno di pasta, allungarlo, tirandolo, di lato, e premerlo al centro della palla, ruotare leggermente la ciotola e fare lo stesso con un lembo immediatamente vicino al primo, e così via, portando al centro tutti i lembi di pasta, e ruotando fino a completare un intero giro (sono circa 8-10 volte) e ad ottenere come una palla schiacciata al centro.
Far riposare altri 10 minuti e ripetere questa operazione 4 volte in totale.
A questo punto far lievitare senza toccare ulteriormente l’impasto per tutta la notte in frigo e fino al raddoppio.

La mattina successiva

Rovesciare delicatamente l’impasto sul piano di lavoro infarinato, dividerlo in 4 parti uguali e formare 4 palline leggermente schiacciate con le mani unte d’olio.
Lasciar lievitare ancora un’ora.
Nel frattempo preparare il condimento.
In un’ampia padella antiaderente far dorare le cipolle tagliate e fettine sottili in un filo d’olio d’oliva. Quando diventano morbide aggiungere un pizzico di sale, un cucchiaio di zucchero di canna in cristalli e un cucchiaio di aceto balsamico, e continuare la cottura a fuoco medio per qualche minuto fino a che le cipolle non diventano caramellate.
Tenere da parte.
Stendere i 4 dischi di pizza picchiettandoli delicatamente dal centro verso l’esterno nelle teglie unte di olio, poi condire con le cipolle, aggiungere i pomodorini lavati e tagliati a metà, un pizzico di sale, un filo d’olio, e cuocere in forno al massimo della sua potenza fino a che la crosta non diventa dorata e croccante.
A cottura ultimata distribuire sulle pizze le alici a filetti e servire ben calde.

 

pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti pizza pomodorini cipolle rosse caramellate e alici con farine pivetti

Rossella è per metà marchigiana e per metà lucana. Vive a Roma, ma è spesso in giro con la valigia (e con la macchina fotografica!) in mano. È architetto, fotografa, autrice, cuoca, ed ha una particolare vocazione per il paesaggio e l'ambiente. Ama esplorare i legami tra i cibi e la loro terra d’origine, e preparare cibi che le ricordano la sua infanzia e le molte donne della famiglia che hanno contribuito al suo amore per la cucina. Ha un grande rispetto per per gli ingredienti naturali e crede fermamente nel ruolo che hanno la cucina e le persone nella sostenibilità ambientale. Ha una passione (non troppo segreta) per la pasticceria e per la panificazione. Ama scrivere (oltre che leggere!), ma soprattutto, e fin da piccola, ama parlare! Condivide le sue avventure gastronomiche e non, nel suo blog: Vaniglia, storie di cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *